L’albero della vita

alberoNelle notti insonni
la mente ripercorre la sua trama.
Nell’allora e nel domani
cerca conforto in un rifugio accogliente.
Oltre le barriere del tempo
il cuore, invece, e’ impaziente,
impaziente di sognare,
volare con le ali della fantasia
per esplorare la galassia d’amore
che anela da sempre.
Come un corso d’acqua
che attraversa la moltitudine dell’io
e via, via, allarga le sue sponde;
fino a quando in presenza
di un salto quantico
diviene una cascata di emozioni
che travolge e sconvolge
il corso degli eventi.
E tu che sino ad allora
hai seguito i capricci della mente
ti ritrovi nudo, felice e
finalmente impotente
di varcare i confini della vita,
andando contro corrente.


Marea

mareaUn cielo capriccioso domina i pensieri della ragione vago per la spiaggia con gli occhi rivolti verso il mare, mentre il bavero del cappotto danza sulle note del vento.

Scorro con la mente la visione della luce che ristora la mia anima pronta ad abbracciarmi infondo al sentiero che domina la vita.

Senza accorgermene mi ritrovo a passeggiare lungo un pontile:

com’è dolce la sensazione che scalda il mio cuore.

Continuo a fissare le onde abbagliate da un rassicurante tramonto passo dopo passo proseguo dentro l’acqua…

A un certo punto il canto di un gruppo di gabbiani equamente

appollaiato sui confini del mio percorso cattura la mia attenzione.

Al mio passaggio si elevano in volo in perfetto sincronismo con rispettosa riverenza e in quell’istante riscopro

l’onnipotenza della madre dei pensieri dell’anima che con un cenno di benvenutoillumina il volto della mia meta.