Le 20 Città sul fiume più belle d’Italia

cividale

Romantiche, affascinanti e bellissime, le città che nascono sui fiumi hanno molto da raccontare ai viaggiatori più attenti, che amano scoprire mete inedite, magari anche centri più piccoli e meno conosciuti rispetto alle grandi città.

 

Dal nord al sud Italia, queste città attraversate dal fiume sono mete perfette per la vostra prossima fuga, con le atmosfere suggestive, i colori e i riflessi di luce che solo i fiumi sanno regalare. Canoa, equitazione, mountain bike e lunghe, lunghissime, passeggiate sono solo alcune delle mille attività all’aria aperta praticabili in questi luoghi bellissimi, tra paesaggi mozzafiato e monumenti storici di valore inestimabile! L’Italia, lo sapete, è davvero ricca di bellezze e noi vi diamo lo spunto per scoprirne qualcuna di più.

Ivrea, Dora Baltea – Piemonte

Cominciamo col Piemonte e andiamo a Ivrea: lungo l’antico percorso della Via Francigena e della Via Romea, che conducevano i pellegrini del nord Europa a Roma, questa cittadina vi saprà stupire in ogni periodo dell’anno. Attraversata dalla Dora Baltea, che dalle pendici del Monte Bianco confluisce dolcemente nel Po, Ivrea gode di bellezze naturali uniche, come l’Anfiteatro Morenico, che è un rilievo di origine glaciale creato dal trasporto di sedimenti nel bacino della Dora Baltea. Imperdibile.

A dominare il paesaggio circostante, proprio nel centro, inerpicato su una collinetta, il Castello Sabaudo “dalle rosse torri” fornisce vedute eccezionali e in alcuni periodi dell’anno viene aperto al pubblico. Tra antichi resti romani e storia più recente legata alla casata Savoia, Ivrea saprà saziare anche la vostra sete di cultura! E non dimenticate neppure lo storico Carnevale, con la battaglia delle arance. Chi più ne ha più ne metta!

Ivrea

Rovereto, Adige – Trentino

A sud di Trento, lambita dal secondo fiume più lungo d’Italia, l’Adige, Rovereto, a partire dalla fine della Prima Guerra Mondiale, divenne città simbolo di pace: un sacerdote ebbe l’idea di costruire una campana con la fusione del bronzo dei cannoni di tutte le nazioni partecipanti al conflitto. Oggi la Campana dei Caduti, sul Colle di Miravalle, è una delle attrazioni principali della cittadina. Tante altre sono le storie legate a Rovereto, come quella che ricorda il primo concerto di Mozart in Italia proprio nella Chiesa di San Marco, nel pittoresco centro storico. Ma Rovereto è anche città d’arte, con i numerosi musei e palazzi importanti, come il Mart, la Biblioteca Civica o Teatro Zandonai. Noi siamo già là, venite anche voi!

Rovereto

Bassano del Grappa, Brenta – Veneto

Nel nord est italiano c’è un luogo in cui storia e bellezza convivono, lungo il fiume Brenta, che nasce in Trentino Alto Adige e attraversa, in Veneto, Bassano del Grappa, regalando scorci fantastici. Forse i più celebri provengono proprio dal Ponte degli Alpini, detto anche semplicemente Ponte di Bassano o Ponte Vecchio. Dalla nuova progettazione che ne fece il Palladio ai fatti relativi alla storia e ai conflitti italiani del ‘900, il Ponte continua ad essere una dei luoghi più visitati di questa bellissima cittadina. Non dimenticate di fare un salto al Poli Museo della Grappa, per un brindisi di tutto rispetto!

Bassano del Grappa

Cividale del Friuli, Natisone – Friuli Venezia Giulia

Al confine con la Slovenia, a pochi chilometri da Udine, il piccolo Comune di Cividale del Friuli accompagna per un tratto il fiume Natisone nella sua corsa verso l’Isonzo. Fondata nientemeno che da Giulio Cesare, successivamente passata in mani longobarde, venete ed infine austriache, molti sono i luoghi d’interesse a Cividale, dalle dimore nobiliari al Museo Cristiano, dal Duomo fino al leggendario Ponte del Diavolo, costruito, secondo la tradizione, dal diavolo in cambio dell’anima di un passante. Non vi farete mica suggestionare? Buon viaggio!

Cividale del Friuli

Cividale del Friuli

Borghetto, Mincio – Veneto

Lungo il corso del fiume Mincio, prima che questo defluisca nel Po, troviamo una bella frazione del Comune di Valeggio sul Mincio, nella provincia di Verona. Talmente suggestivo da essere inserito nella classifica dei Borghi più belli d’Italia, Borghetto vi conquisterà con i suoi mulini a vento, alcuni dei quali ancora funzionanti, e con il Ponte Visconteo, inserito nella lista dei 100 monumenti da salvare a livello mondiale. Sedendosi in uno dei tanti locali in cui è possibile assaggiare i deliziosi tortellini, ammirerete scorci che vi lasceranno di stucco, gli stessi che convinsero Luchino Visconti a girarvi alcune scene di Senso.

Borghetto del Mincio

Roma, Tevere – Lazio

Quante bellezze offre Roma? Innumerevoli, lo sapete già, come dimostrano le continue ed ininterrotte file ai Musei Vaticani o al Colosseo, ma anche alle numerose mostre d’arte o ai mille eventi che vivacizzano la città. Questa volta ci focalizziamo sul Tevere, fiume tra i più importanti in Italia, celebrato anche recentemente dalla lunghe carrellate de La Grande Bellezza. C’è chi lo ama per via delle lunghe e rilassanti corse, chi ne approfitta per una romantica passeggiata al tramonto, chi per un aperitivo vicino i barconi ormeggiati, chi per passarci un bella serata tra cibo e buon bere, visti i tantissimi stand che popolano il fiume d’estate! Senza dimenticare che, qualora lo vogliate, troverete sempre un battello da affittare per attraversarlo…

Roma

Comacchio, Po – Emilia Romagna

C’è uno spettacolo imperdibile da visitare assolutamente una volta giunti nei paraggi del Delta del Po, in provincia di Ferrara: è Comacchio, bellissimo borgo circondato dalle famosi Valli e dal fantastico Parco Naturale del Delta del Po. L’antica e affascinante realtà lagunare è un incrocio fittissimo di canali e ponti, così, appena finito di visitare i suoi monumenti e il centro storico, programmate assolutamente di fare un giro sulle tipiche imbarcazioni chiamate batane: un esperienza indimenticabile! Una cosa è certa: questo posto merita la vostra visita.

Valli di Comacchio

Pisa, Arno – Toscana

Basta nominarla per immaginare fin subito cartoline meravigliose: la Torre Pendente, Piazza dei Miracoli, Piazza dei Cavalieri, il Camposanto monumentale e chi più ne ha più ne metta. Ma Pisa è nota anche per gli amatissimi e molto noti passaggi accanto al fiume Arno, i Lungarni appunto. Qui potrete ammirare la Chiesa di Santa Maria della Spina sul Lugarno Gambacorti, ad esempio, lasciandovi conquistare dal vivace passaggio dei turisti e dei residenti, che sono i primi a non disdegnare queste passeggiate! Mancate solo voi!

Pisa

Visso, Nera – Marche

Il piccolo comune di Visso, poco più di 1200 abitanti, nelle Marche meridionali, compare, a ragione, nella classifica dei Borghi più belli d’Italia e, dal 1993, è sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Attraversato dal fiume Nera, a Visso è possibile visitare il Museo dei Manoscritti Leopardiani, con oltre 100 manoscritti originali tra i più famosi del notissimo poeta italiano. Vietato andare via senza aver assaggiato le cordelle, andate a scoprire cosa sono!

Visso

Bevagna, Clitumno, Chiasco, Teverone e Topino – Umbria

Andiamo ora in un posto speciale, inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia e che, non a caso, è stato luogo protagonista di Sensational Umbria, la splendida mostra di Steve McCurry dedicata alle bellezze dell’Umbria: Bevagna, che deve il suo nome alle tele pregiate chiamate “bevagne”, che si producevano proprio qui e che è circondata da fiumi e torrenti. Nella sua cinta muraria ricca di fascino racchiude tesori inaspettati, dalle chiese romaniche di San Silvestro e di San Michele Arcangelo fino al Teatro Torti. E poi qui potrete davvero dar sfogo ai vostri vizi di gola: i prodotti della cucina umbra sono davvero ottimi. Non vi resta che assaggiare!

Bevagna

Verona, Adige – Veneto

Nasce da una rientranza dell’Adige, il secondo fiume italiano per lunghezza dopo il Po, la stupenda Verona, che vi ammalierà sin da subito. Appena arrivati, rendete il vostro omaggio al balcone più famoso d’Italia e poi godetevi un bel concerto all’Arena di Verona. Fatto ciò, non dimenticate di passare per i famosissimi Ponte Scaligero e Ponte Pietra, due monumenti di rara bellezza e importanza storica, due gemme da aggiungere a questo capolavoro di città. Buona esplorazione!

Verona

Sora, Liri – Lazio

Al confine tra Lazio e Abruzzo, Sora è attraversata nella sua interezza dal bellissimo fiume Liri menzionato da Dante due volte nella Divina Commedia e anticamente noto come “Verde” per via del vivido color smeraldo delle sue acque. Il centro storico di Sora, segnato dal lungo Corso Volsci, è un Reame di piazze assolate (la piazza di Santa Restituta delimitata da 4 palme affusolate è un incanto), chiese e vicoli che si inerpicano fino alle rocce del Monte San Casto, dove poter ammirare le rovine del Castello dei Santi Casto e Cassio affacciato sulla Piana del Liri. Le piccole viuzze della città vecchia (Canceglie), le stesse in cui nacque nel 1901 il grandissimo Vittorio de Sica, e le antiche botteghe di artigiani e commercianti, che si fondono con le arterie più grandi per lo shopping, hanno un fascino unico, che non dovete perdere. A regalare luce ai profili meravigliosi della città il Fiume Liri, che sinuoso conduce le sue acque fino al mar Tirreno.

Sora, Lazio

Sora, lazio

Venafro, Volturno – Molise

In provincia di Isernia, i fiumi San Bartolomeo e Volturno attraversano Venafro, una meta da prendere seriamente in considerazione per i vostri prossimi viaggi, perché saprà regalarvi posti inaspettati e magnifici! Dopo aver visitato gli imperdibili Castello Pandone, il Museo di Santa Chiara e il Verlasce (un antico anfiteatro romano) dedicatevi un po’ alla storia e ai fantastici passaggi creati dal Volturno, fiume tra i più importanti del Mezzogiorno italiano. Partite, non ve ne pentirete!

Venafro

Dolceacqua, Nervia – Liguria

C’è un borgo in Italia reso immortale dal celebre pittore francese Claude Monet: è Dolceacqua, in Liguria, che sorge sul fiume Nervia. Arte e natura qui si sposano alla perfezione, tra le stradine del paese dominate dal Castello Doria sullo sperone roccioso. L’atmosfera è davvero da sogno e se ha catturato Monet potete star certi che sorprenderà anche voi. Andate a vedere!

 

Dolceacqua

Mantova, Mincio – Lombardia

Il Duomo, il Palazzo Te e il Palazzo Ducale, la Basilica di Sant’Andrea, la Rotonda di San Lorenzo: questi e molti altri i luoghi da vedere assolutamente nella magica Mantova. E pensate a che scenari spettacolari può racchiudere un luogo attraversato da diversi e importanti corsi d’acqua come il Mincio, l’Oglio, il Chiese e il Secchia e quanti meravigliosi tour fluviali si possono organizzare passando attraverso i numerosi canali. State già fantasticando, vero? Tra natura e cultura, Mantova è da vedere il prima possibile!

Mantova

Cosenza, Crati – Calabria

Nella Calabria occidentale, sui 7 colli nella valle del fiume Crati, Cosenza è stata nominata Città d’Arte dal 2008. Nel più settentrionale dei capoluoghi calabri potrete visitare i numerosi siti archeologici, le aree verdi interne alla città, le architetture religiose e i palazzi storici passeggiando lungo le vie del centro, all’ombra dell’imponente Castello Normanno-Svevo, sul Monte Pancrazio. La storia, l’arte e la cultura di Cosenza le hanno concesso nientemeno che il soprannome di “Atene della Calabria”.

Cosenza

Firenze, Arno – Toscana

Il centro storico, disseminato di palazzi storici e di meraviglie rinascimentali, cattura ogni visitatore al primo sguardo, così come le bellissime casette colorate su Ponte Vecchio, strette tra loro come ad abbracciarsi: l’Arno, romantico, cullerà le vostre passeggiate e renderà la visita della città ancor più speciale! Se siete stanchi, concedetevi una sosta in uno degli ottimi ristoranti in cui provare una prelibata fiorentina che vi restituirà tutta l’energia di cui avete bisogno: la Toscana non delude mai!

Firenze

Torino, Po – Piemonte

L’intrigante Torino continua ad ammaliare i suoi numerosissimi visitatori con le immense meraviglie che racchiude: la Mole Antonelliana, Piazza Castello, il Palazzo Reale, il Museo del Cinema e quello Egizio. Sono quattro i fiumi che la attraversano: Stura, Sangone, Po e Dora Riparia. Sono molte le leggende legati a questi due fiumi, tra antichi re egiziani e contesti magici ed esoterici che caratterizzano la città. Tra le tante cose bellissime da fare qui, non possiamo non consigliarvi un giro sulla tratta navigabile del Po a bordo di Valentino II e Valentina II, ovvero i due battelli a disposizione per i turisti e i cittadini! Una scelta strategica per godere al meglio tutta questa bellezza. Fateci un pensierino!

Torino

Torino di Sangro, Sangro – Abruzzo

In provincia di Chieti, nel basso Abruzzo, il piccolo Comune di Torino di Sangro gode di bellezze naturali strabilianti. La Riserva Naturale Regionale “Lecceta di Torino di Sangro”, area protetta dal 2001, si estende per 175 ettari a sud della foce del fiume Sangro, con flora e fauna tipiche della macchia mediterranea, ed è candidata a diventare Patrimonio Unesco. Nelle vicinanza dell’area, lungo la costa sono invece visibili i trabocchi, antiche costruzioni in legno, fissate sulla spiaggia o sugli scogli, adibite alla pesca, stupende da visitare al tramonto, magari con la vostra dolce metà! Imperdibile!

Trabocco Punta Le Morge, Torino di Sangro

Photo Credit by @Antonino Antrilli -paesaggidabruzzo.it-

Bosa, Temo – Sardegna

Nella valle del fiume Temo, nella Sardegna occidentale, Bosa è un piccolo comune lugodurese dalla bellezza incredibile. A dominare l’abitato, fino al mare, c’è il Castello di Serravalle, sull’omonimo colle, edificato dai Malaspina nel XIII secolo. La visuale, dopo la faticosa scalinata per raggiungerlo, vi ripagherà di ogni sforzo. Imperdibile anche la Torre di Bosa, sull’Isola Rossa: costruita a scopo difensivo e collegata alla terraferma da una bellissima passeggiata, oggi ospita un museo. Entrate!

Bosa

skyscanner.it