Marea

mareaUn cielo capriccioso domina i pensieri della ragione vago per la spiaggia con gli occhi rivolti verso il mare, mentre il bavero del cappotto danza sulle note del vento.

Scorro con la mente la visione della luce che ristora la mia anima pronta ad abbracciarmi infondo al sentiero che domina la vita.

Senza accorgermene mi ritrovo a passeggiare lungo un pontile:

com’è dolce la sensazione che scalda il mio cuore.

Continuo a fissare le onde abbagliate da un rassicurante tramonto passo dopo passo proseguo dentro l’acqua…

A un certo punto il canto di un gruppo di gabbiani equamente

appollaiato sui confini del mio percorso cattura la mia attenzione.

Al mio passaggio si elevano in volo in perfetto sincronismo con rispettosa riverenza e in quell’istante riscopro

l’onnipotenza della madre dei pensieri dell’anima che con un cenno di benvenutoillumina il volto della mia meta.