Un Amico nell’Uovo di Pasqua…


Sentiamo dire spesso: “non voglio essere la seconda scelta. Non sei stanco di farti trattare come un tappabuchi?”
Spesso siamo vittime di un difetto di percezione, e forse dovremmo chiederci se quella, o quelle persone sono altrettanto importanti per noi, da meritare la nostra attenzione.
I rapporti umani non sono mai semplici, basta una piccola incomprensione per farli naufragare. Ciascuno antepone il proprio ego, spesso si frequentano le persone per convenienza, poche persone sanno ascoltare cosa ha da dire il prossimo, e quasi tutti sono influenzati da pensieri densi e ripetitivi che ripercorrono solo gli aspetti negativi di un fermo immagine sbiadito da mere interpretazioni personali.
“Chi trova un amico, trova un tesoro”, un detto antico, ma sempre attuale!
La verità è che ci sono miliardi di verità soggettive. Tutte giuste, o nessuna sbagliata, perché fotografano l’evoluzione dell’Essere, tanto da essere cambiate in un “amen”. E poi c’è chi ti offre un aiuto disinteressato, quando meno te lo aspetti, chi ti chiama semplicemente per sapere come stai, chi trova il tempo per starti vicino. Ecco, non smettere mai di dare fiducia al prossimo, sì integro, perché dietro ogni angolo si cela qualcosa di ignoto, e non è detto che arrivi per nuocere. E quando soffia il vento del cambiamento, non nasconderti, stai “a poppa”, sii proprio là con coraggio, a dirigere le vele della tua anima, verso il Tuo Orizzonte!